L'importante intervento di messa in sicurezza e valorizzazione nel centro storico

22 Mag2017

Un altro tassello si aggiunge al recupero del nostro territorio.

I problemi urbanistici risalgono all'epoca dell'amministrazione Raucci, quando a seguito di una frana avvenuta nella parte finale di via Eraclea nella zona denominata tempe, ci fu il crollo di un muro ed il conseguente crollo di alcuni edifici.

Allora vi fu la messa in sicurezza con un nuovo muro in cemento armato, ma il resto delle case, per metà crollate, rimasero come una ferita aperta e ancora sanguinante di un territorio già provato da un dissesto idrogeologico avanzante.

Dopo circa vent'anni di incuria e di abbandono con notevole rischio per le case che oltre alle infiltrazioni di acqua vedevano alto il pericolo di crollo delle mura perimetrali sovrastanti, riecco di nuovo la luce in via Eraclea.

I lavori durati circa un mese e costati poco più di 10.000 euro, sono terminati qualche settimana fa e subito notati dai cittadini durante la processione dell'otto maggio in onore del nostro santo protettore, San Michele Arcangelo, perché oltre a garantire la sicurezza della zona, hanno messo in evidenza un magnifico Belvedere.

Uno dei prossimi obiettivi a cui sta lavorando l'amministrazione Mancini, è il recupero di via Dante.

Categorie: 
Condividi: