9° Giornata Campionato di Eccellenza 16/17

07 Nov2016

Un Pomarico brutto da vedere rinvia ancora una volta l’appuntamento con la vittoria e la classifica si fa così sempre più preoccupante. L’ultimo posto rispecchia esattamente l’andamento dei pomaricani che continuano a fare ben poco per meritare una classifica migliore. Da un lato ci si mette anche la sfortuna, ma per meritare le attenzioni della dea bendata bisogna obiettivamente fare molto di più e questa squadra è davvero incapace di migliorare qualcosa.

Il viatico è disastroso, su otto partite giocate sono ben cinque le vittorie e solo tre i pareggi, peraltro casalinghi, ciò vuol dire mantenere una buona media utile solo per la retrocessione. Mercoledì prossimo ci sarà la gara di recupero contro il Lagonegro, una buona prova contro il più quotato avversario unito ad un risultato positivo darebbe un po’ di fiducia utile per il prosieguo di questo campionato che non è sicuramente partito sotto i buoni auspici.

La partita sembra accendersi al 61’ quando è ancora Mitelli a concludere dalla distanza e ancora una volta il centrocampista pomaricano trova la pronta deviazione in corner da parte di un attento Di Matteo. Corner sfruttato male dai padroni di casa che concedono una rapida ripartenza al Lavello, la palla giunge sui piedi di Gorga che calcia un radente dai 20 metri, ma Cifarelli è ancora una volta strepitoso, si distende concedendo ancora una volta corner.
Non può nulla il numero uno pomaricano al 73’ quando è ancora una volta Gorga a superare Gambetta, oggi nell’inedito ruolo di terzino destro, botta precisa e potente da parte del numero dieci ospite e palla che si insacca nell’angolino basso. La reazione dei bianco-azzurri è tutta nel tentativo del giovane Vito Mallano, bravo ad infilarsi tra le maglie della difesa giallo-verde, ma il suo tentativo è stoppato in corner da Tummulo che salva i suoi compagni di squadra da una situazione spinosa.

Il Pomarico non arriverà più alla conclusione e questo è un dato alquanto preoccupante pochè paura e delusione hanno preso il sopravvento sulla rabbia ed il furore agonistico.

Categorie: 
Condividi: